Se hai deciso di affittare casa, può capitare che la tua casa sia ancora ammobiliata con mobili spesso anche di buona fattura, ma che sono legati ad un’estetica ormai legata al passato.

Sto parlando dell’effetto ‘casa della nonnina’, un posto che può evocare piacevoli di domeniche passate dove la nonna ci rimproverava costantemente che non mangiavamo mai abbastanza.

O ancora, l’immobile può essere già libero da mobili, e potresti valutare di affittarlo nel suo stato attuale. In entrambi i casi, così come nelle soluzioni intermedie, affittare casa può essere un errore che non ti permette di valorizzareappieno il tuo appartamento e di dover accettare:

  • un canone di locazione inferiore a quello che potresti ottenere
  • tempistiche per l’affitto che possono essere sensibilmente più lunghe
  • minor possibilità di selezionare inquilini di qualità data la minore richiesta.

Seguendo uno o più dei seguenti passaggi è possibile portare l’appartamento ad esprimere tutto il suo potenziale.

Liberare

Tanto semplice quanto non sempre applicato. L’appartamento deve necessariamente essere liberato dal mobilio qualora non sia già recente e di taglio moderno. Esistono diverse soluzioni per sgomberare l’immobile.

Una della più comuni è rivolgersi ai mercatini dell’usato che potrebbero effettuare questa operazione gratuitamente, talvolta corrispondere anche un corrispettivo qualora si trattasse di mobili di buona fattura. Qualche proprietario potrebbe anche propendere per mettere da parte il mobilio smontato in una cantina o in un garage.

Questo può succedere perché esiste un valore non soltanto economico ma soprattutto affettivo verso mobili che spesso hanno fatto parte a lungo della nostra vita. Tuttavia, affittare con mobilio ‘vecchio’ può rivelarsi controproducente in termini del canone di locazione che può essere richiesto al potenziale inquilino, oltre a disincentivare inquilini che potrebbero essere interessati all’appartamento per fattori più importanti come zona e metratura.

Aggiustare

Potrebbero esserci dei piccoli lavori di manutenzione da eseguire. Vanno verificati i punti luce per evitare che non ce ne siano di malfunzionanti, come anche verificare che l’impianto idraulico sia funzionante ed in pressione.

La caldaia funziona ed è stata revisionata?

Le pareti hanno bisogno di stuccature in alcuni punti?

Tutti questi sono interventi che hanno molto spesso un costo minimo e consentono di prevenire in anticipo il sorgere di eventuali problematiche in futuro quando l’appartamento sarà affittato.

Valorizzare

Questo è un passaggio che mediamente richiede un impegno economico maggiorema che consente poi di affittare l’appartamento ad un canone di locazione superiore. Divenendo inoltre l’appartamento più appetibile, consente una più facile selezione di inquilini referenziati e qualificati. Tra gli interventi fondamentali che ricordiamo:

  • far tinteggiare l’appartamento
  • far posare un laminato
  • cambiare le porte

Già questi tre interventi riportano in vita l’appartamento, proponendo una soluzione spesso di gran lunga più appetibile di quelle presenti sul mercato per medesima tipologia di zona e appartamento.

Arredare

L’arredamento è fondamentale non solo per dare una migliore percezione degli spazi vivibili, ma anche per dare un senso di piacevolezza immediata al potenziale inquilino.

Esistono soluzioni economiche che permettono di arredare una camera con costi estremamente contenuti. E’ fondamentale che l’arredamento sia di colore neutro e che sia essenziale: non devono essere presenti troppi oggetti.

Aggiungere un elemento di design (spesso si trova al costo di poche decine di euro) può aumentare notevolmente l’estetica percepita dell’appartamento, così come proporre una cucina economica ma nuova di zecca con un bel colore.

Se sono presenti dei balconi, un tavolino con un bel runner e un paio di sedie possono trasformare una pertinenza in un ulteriore spazio abitativo. Alcune piantine ben distribuite, un tavolo con un mazzo di fiori (anche finti) e qualche tappeto possono seriamente trasformare un ambiente, ad un prezzo decisamente contenuto. Un bel profumatore darà il tocco finale, per rendere la visita indimenticabile.

Presentare

Hai seguito uno o più dei precedenti passaggi? Ottimo, è il momento di presentare il tuo immobile per ricevere visite. Sia che tu decida di operare da solo o con l’aiuto di un professionista, è fondamentale utilizzare delle foto professionali per dare la maggior visibilità e differenziazione rispetto alla concorrenza , così come una descrizione efficace e non banale dell’appartamento (utilizzando le tecniche del copywriting ad esempio) che consenta di rendere il tuo appartamento irresistibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.