Stock Picking

Nei post precedenti abbiamo visto insieme che l’investimento in un piano di accumulo vincente non può prescindere da un’attenta attività di stock picking (scelta delle azioni).

In questo articolo introdurremo una tecnica di stock picking mutuata dall’analisi fondamentale, precisamente la metodologia di Joel Greenblatt presentata nel suo libro “Il piccolo libro che batte il mercato azionario”.

Joel Greenblatt

Prima di proseguire spendiamo qualche parola sull’autore. Joel Greenblatt, oltre ad insegnare finanza alla Columbia Business School di New York, è uno dei soci fondatori e partner di Gotham Capital.

“Il piccolo libro che batte il mercato”

Penso che i lettori possano convenire sul fatto che il titolo scelto da Greenblatt per il suo libro lasci molto a desiderare. Si tratta davvero di un piccolo libro: piccolo formato, un centinaio di pagine, un prezzo di copertina che non supera i 10 euro ed un incredibile rapporto qualità prezzo (ora va di moda utilizzare l’espressione value for money).

Il piccolo libro che batte il mercato azionario
Il piccolo libro che batte il mercato azionario

Greenblatt introduce il lettore all’analisi fondamentale in modo quasi scanzonato. Lo fa conversando con uno dei suoi giovani figli sull’attività di Jason, un ragazzo che ogni giorno a scuola vende gomme. Jason prima di andare a scuola compra 4 pacchetti di gomme da masticare che poi rivende singolarmente ai suoi compagni di scuola. Ogni pacchetto contiene 5 gomme, costa 25 centesimi. Jason riesce a ricavare 4 dollari al giorno per 5 giorni a settimana.

Il lettore fatica a credere come l’autore con pochi e semplici passaggi logici riesca a definire concetti di analisi fondamentale apparentemente complessi. Il tono resta sempre colloquiale e Greenblatt, con le sue conversazioni sull’attività di Jason, continua ad introdurre altri concetti fino a definire la sua metodologia per valutare un business. Quello di Jason è infatti un business come tutti gli altri e le stesse regole possono essere applicate anche alle aziende quotate in borsa.

La Magic Formula

Joel Greenblatt arriva ad individuare una formula matematica che permette di individuare quelle che considera le migliori azioni presenti sul mercato sulle quale investire con un orizzonte temporale di un anno. Il suo intento è quello di selezionare società di qualità e che possano essere acquistate ad un ottimo prezzo.

La formula che utilizza viene chiamata Magic Formula e tiene conto dell’Earning Yield (utili per azione/ prezzo) e del Ritorno sul Capitale (reddito operativo / capitale impiegato nell’esercizio delle attività).

La magic formula restituisce un numero per ogni titolo con l’evidente vantaggio di poter confrontare migliaia di titoli e scegliere quelli più promettenti. Dal 1988 al 2004 (17 anni) i migliori 10 titoli USA hanno restituito ritorni medi annuali del 25%.

L’autore ha anche messo a disposizione un tool gratuito con cui calcolare la Magic formula: www.magicformulainvesting.com.

Magic Formula Investing

Conclusioni

Aldilà dei nomi utilizzati per le sue creature (il piccolo libro che batte il mercato azionario, magic formula) Joel Greenblatt sa il fatto suo ed ha scritto una parte importante della storia dell’analisi fondamentale. Le sue idee ed il suo approccio appaiono ancora oggi attuali (comprare beni di valore ad un prezzo basso).


Diventa un Trader Sistematico >>



articolo originale disponibile qui: https://blog.ungeracademy.it/2019/02/28/piano-di-accumulo-e-trading-algoritmico-3/