Ciao da Andrea Unger, segnali di trading.

È una domanda che viene spesso posta, ci sono argomenti a favore, a contro. Voi sapete che la maggior parte del materiale che metto a disposizione serve per imparare a costruire le proprie strategie, quindi serve affinché voi siate in grado di essere autonomi nello sviluppo di sistemi che più si avvicina a quello che è il vostro modo di vivere i mercati e secondo me è il percorso giusto da fare.

Qualcuno mi chiede segnali e qualcuno parla di segnali, un servizio segnali è opportuno quando? Beh diciamo che innanzitutto bisogna valutare chi offre il servizio segnali, quindi se è una persona di cui ci si può fidare, se si ha la prova che quella persona è perlomeno seria perché ricordatevi che il servizio segnali non dà mai la certezza di profitto perché potrebbero anche andare male no? Quindi sapendo che dietro c’è una persona seria, perlomeno si sa che non si viene imbrogliati brutalmente dal primo imbonitore di turno.

In secondo luogo andrebbe valutato il tipo di servizio perché se io prendo per buono il servizio segnali che manda segnali di ingresso in qualche momento della giornata indicandomi magari quando il sistema è già entrato e ci sono entrato a 10,42, devo correre, devono essere segnali fruibili, replicabili. Quindi se io sono sul tornio a lavorare tutto il giorno in fabbrica, non posso obiettivamente interrompermi, piazzare l’ordine, fare… Non è plausibile come cosa, per cui il tipo di servizio va studiato attentamente, come vengono elargiti questi segnali, che tipo di frequenza, in che orari vanno, che tipo di mercati coprono eccetera, per sapere se io ho effettivamente la possibilità di sfruttarli.

Poi se nel servizio segnali viene proposto una equity line di questo genere qualche dubbio mi viene, perché insomma, io so come va il trading, su una equity di questo genere mi viene il dubbio che me la vogliano proprio vendere e quindi mi vogliano raccontare qualcosa che poi di fatto non è tale quando viene messo all’opera. Se fosse così sarei contentissimo però attenzione a chi vi promette cose del genere. Anche un’altra cosa da osservare sempre, nelle statistiche guardate l’average trade, quant’è il valore dell’operazione media, quanti dollari, euro, è? E da qui capite, o pip a seconda dei casi, da qui capite se è sostenibile o meno, o se alla minima variazione di condizioni rispetto a quelle che sono quelle ottimali, già questo average trade magari viene vanificato.

Ipotizziamo venga offerto un servizio di segnali sul Bund, con un average trade di 12 euro, ragazzi, un tic di Bund sono 10 euro, capite già che quei 12 vanno presto via. Ipotizziamo che il fornitore abbia incluso le commissioni e lo abbia specificato, ma supponiamo anche che non le abbia incluse, a quel punto già con le commissioni, che pagherete al broker, quei 12 euro verranno ulteriormente abbassati no?

Quindi bisogna valutare tutte queste cose e poi ecco, ma perché non ve le sviluppate voi le strategie? Sarebbe la domanda che porrei io, mi rendo conto che non tutti possono, o non hanno voglia e vogliono semplicemente usare la proprietà intellettuale di altri e sanno che Pinco Pallino ha sviluppato dei buoni sistemi e quindi cercano di trarne vantaggio come se io andassi a investire in un fondo, giustamente sfrutto quelle che sono le competenze del fondo. Loro vogliono farlo con i segnali mantenendo magari l’adrenalina di piazzare l’ordine, o semplicemente perché si sentono più a loro agio a piazzare gli ordini loro e via dicendo insomma, o temono di non avere le capacità, questo è relativo, o il tempo, non tutti hanno il tempo da dedicare perché imparare a sviluppare una strategia in una certa maniera non è una cosa che si fa dal mattino alla sera, ci vuole tempo e dedizione, studio e tutte queste cose, quindi se uno è consapevole di non aver tempo perché ha tantissimi impegni personali giustificabilissimi, è ovvio che non può imbarcarsi in un cammino oneroso in termini economici e anche di tempo, e quindi magari sfrutta una scorciatoia, tra virgolette, sfruttando il lavoro fatto da altri, messo a sua disposizione, con i rischi che certo non capirà mai esattamente quello che succede perché lui non sa la strategia esattamente che regole ha, sa più o meno come si comporta, ma non sa esattamente quello che fa.

L’altro piccolo vantaggio del servizio segnali rispetto magari ad acquistare una black box, ecco, l’expert advisor di turno, è che comunque ci si aspetta se la persona dietro alla vendita dei segnali è considerata seria, che le strategie vengano monitorate e controllate, eventualmente aggiustate se qualcosa non andasse. Se voi invece comprate il black box, quella scatolina avete, quello mettete in macchina e quello fa, non è che venga aggiornato. Magari viene mandato l’aggiornamento ma è ben più difficile e meno flessibile che nell’altro caso. Per cui io consiglio sempre studiate e sviluppate i vostri approcci perché saranno quelli proprio fatti su misura per voi però se voleste davvero seguire un servizio segnali fatelo valutando attentamente chi e come e cosa vi viene fornito. Ciao ragazzi, alla prossima.

Diventa un Trader Sistematico >>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.